Comune di Altavilla Milicia

AVVISO REDDITO INCLUSIONE ( REI)

Pubblicata il 01/12/2017

 
REDDITO INCLUSIONE REI
 
CONDIZIONI E MODALITÀ PER L’EROGAZIONE DI UN BENEFICIO TRAMITE CARTA REI
PREPAGATA ALLE FAMIGLIE IN CONDIZIONI ECONOMICHE DISAGIATE
 
IL COMUNE INFORMA CHE
con l’emanazione della circolare INPS 22 novembre, n. 172 sono state fornite le prime istruzioni amministrative, relative al riordino delle prestazioni assistenziali finalizzate al contrasto alla povertà, in particolare del Reddito di Inclusione (REI) ossia di una misura di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale introdotta dal decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, emanato in attuazione della legge-delega 15 marzo 2017 con decorrenza dal 1° gennaio 2018.
 
Tale misura prevede un beneficio economico erogato dall’INPS attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane SpA ed è subordinata alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa.
Il beneficio economico sarà erogato per un massimo di 18 mesi, dai quali saranno sottratte le eventuali mensilità di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) percepite.

Coloro che, alla data del 1° dicembre 2017, stanno ancora percependo il SIA potranno presentare immediatamente domanda di REI, secondo le modalità di cui alla Circolare INPS..
 
REQUISITI DI ACCESSO
 
Sono destinatari della misura di sostegno i nuclei familiari in possesso di seguenti requisiti:
 
Requisiti di residenza e di soggiorno.
Con riferimento ai requisiti di residenza e di soggiorno, il richiedente la misura deve essere, congiuntamente:
  1. cittadino dell’Unione o suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o apolide in possesso di analogo permesso o titolare di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria);
  2. residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento di presentazione della domanda.
 
 Requisiti  familiari.
Il nucleo familiare, con riferimento alla sua composizione come risultante nella DSU, deve trovarsi, al momento della domanda, in una delle seguenti condizioni:
  1. Presenza di un componente di età minore di anni 18;
  2. Presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore, ovvero di un suo tutore;
  3. Presenza di una donna in stato di gravidanza accertata;
  4. Presenza di almeno un lavoratore di età pari o superiore a 55 anni, che si trovi in stato di disoccupazione per licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale intervenuta nell’ambito della procedura di cui all’articolo 7 della legge 15 luglio 1966, n. 604, ed abbia cessato, da almeno tre mesi, di beneficiare dell’intera prestazione per la disoccupazione, ovvero, nel caso in cui non abbia diritto di conseguire alcuna prestazione di disoccupazione per mancanza dei necessari requisiti, si trovi in stato di disoccupazione da almeno tre mesi. Si considerano in stato di disoccupazione anche i lavoratori il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo corrisponda ad un’imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti ai sensi dell’art. 13 del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 (rispettivamente, 8.000 e 4.800 euro).
 
 Requisiti economici.
il nucleo familiare del richiedente deve essere, per l’intera durata del beneficio, e congiuntamente, in possesso di:
  1. un valore dell’ISEE, in corso di validità, non superiore ad euro 6.000;
  2. un valore dell’ISRE ai fini Rei non superiore ad euro 3.000;
  3. un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore ad euro 20.000;
  4. un valore del patrimonio mobiliare, non superiore ad una soglia di euro 6.000, accresciuta di euro 2.000 per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino ad un massimo di euro 10.000;
  5. un valore non superiore alle soglie di cui ai precedenti numeri 1 e 2 relativamente all’ISEE e all’ISRE riferiti ad una situazione economica aggiornata qualora si sia verificata una variazione dell’indicatore della situazione reddituale (ISR) ovvero della situazione lavorativa. In quest’ultimo caso, si precisa che l’aggiornamento della situazione reddituale, all’atto della domanda, derivante dallo svolgimento di attività lavorative, avviene attraverso la compilazione della sezione ReI-Com del modello di domanda.
  6. non beneficiare di prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASPI o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria);
     
Il nucleo familiare deve essere, altresì, congiuntamente, nelle seguenti condizioni:
  1. nessun componente intestatario a qualunque titolo o avente piena disponibilità di autoveicoli, ovvero motoveicoli immatricolati la prima volta nei ventiquattro mesi antecedenti la richiesta, fatti salvi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente;
  2. nessun componente intestatario a qualunque titolo o avente piena disponibilità di navi e imbarcazioni da diporto di cui all’articolo 3, comma 1, del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171.
 
MODALITA’ DI VERIFICA DEI REQUISITI DI ACCESSO
 
Ai fini della verifica dei requisiti economici, sarà presa in considerazione l’attestazione ISEE in corso di validità: se nel nucleo è presente un componente di età inferiore ad anni 18, sarà considerato l’ISEE minorenni; in assenza di minorenni nel nucleo, sarà considerato l’ISEE ordinario; in presenza di ISEE corrente (che aggiorna l’ISEE ordinario o l’ISEE minorenni) sarà comunque considerato quest’ultimo. In caso di presenza nel nucleo familiare di componenti minorenni che non abbiamo entrambi i genitori in comune, verrà considerato il più favorevole tra gli eventuali differenti indicatori ISEE Minori.
L’ISEE deve essere rinnovato alla scadenza per evitare la sospensione del beneficio.
Quanto alla documentazione medica attestante lo stato di gravidanza e la data presunta del parto, si precisa che la stessa deve essere rilasciata da una struttura pubblica e allegata alla richiesta del beneficio, che può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto.
 
 
AMMONTARE DEL BENEFICIO
L’importo è correlato al numero dei componenti il nucleo familiare e può essere ridotto per eventuali trattamenti assistenziali e redditi in capo al nucleo stesso. In ogni caso, l’importo complessivo annuo non può superare quello dell’assegno sociale. Il ReI è erogato mensilmente, per un importo pari ad un dodicesimo del valore su base annua.
 
TERMINI DI PRESENTAZIONE ISTANZA

La domanda di accesso alla prestazione, potrà essere presentata dai cittadini altavillesi in possesso dei requisiti, al protocollo Generale del Comune di Altavilla Milicia dal 1° dicembre 2017, utilizzando il modello predisposto dall’INPS, scaricabile come allegato al presente avviso o disponibile sul sito istituzionale dell’INPS (https://www.inps.it/nuovoportaleinps) o richiedibile all’Ufficio dei Servizi sociali di via Veneto di Altavilla Milicia, nei giorni di martedì dalle ore 16,00 alle ore 17,30 e mercoledì dalle ore 9,30 alle ore 11,30.
 
Al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, il richiedente deve essere in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità.


 
DOCUMENTI DA ALLEGARE ALL’ISTANZA
 
1.Indicatore Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.), in corso di validità rilasciato da organismo abilitato (CAF- INPS etc....).
2.Se nel nucleo familiare è presente un minore di anni 18 sarà considerato l’ISEE per prestazioni rivolte a minorenni in assenza di minorenni sarà considerato l’ISEE ordinario e/o corrente.
2) Fotocopia del codice fiscale e documento di riconoscimento del soggetto che inoltra l’istanza;
3) documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica attestante lo stato di gravidanza e la data presunta del parto (nel caso in cui tale condizione sia l’unico requisito familiare posseduto).
I Controlli saranno gestiti dall’INPS e le dichiarazioni mendaci saranno punite penalmente e soggette a sanzioni.
Ulteriori informazioni possono essere acquisite dal sito istituzionale dell’INPS (https://www.inps.it/nuovoportaleinps) o richieste all’Ufficio dei Servizi sociali di via Veneto di Altavilla Milicia, nei giorni di martedì dalle ore 16,00 alle ore 17,30 e mercoledì dalle ore 9,30 alle ore 11,30.
 
L’Assessore alle Politiche Sociali                                                               Il Sindaco
Salvatore Lo Bosco                                                                                 Giuseppe Virga
 
 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato Circolare n. 172 del 22-11-201701122017.pdf 852.86 KB
Allegato MODELLO DOMANDA01122017.pdf 1.49 MB


Facebook Google+ Twitter